Scrivere un romanzo è come costruire una casa?

Se uno mi facesse la domanda del titolo gli risponderei: in che senso, scusa? Perché detta così sembra un po' una sparata a caso, un tentativo di frase a effetto. Però, a pensarci bene un senso ce l'ha. Perché se le parole sono mattoni, la storia è la struttura, e l'uso che facciamo delle parole … Continua a leggere Scrivere un romanzo è come costruire una casa?

Annunci

Russell, l’insegnamento, dieci regole e la scrittura

  Dieci regole, dieci frasi sintetiche ma cariche di significati e di implicazioni. Pubblicato per la prima volta nel 1951 nel New York Times Magazine, il “decalogo” di Bertrand Russell (che, come disse ironicamente lo stesso autore, non intendeva sostituire quello biblico ma solo ampliarlo) riassume in sè l’essenza dello spirito liberale e libero, e … Continua a leggere Russell, l’insegnamento, dieci regole e la scrittura

Diventare scrittori? Ecco i 5 ingredienti base

Scrivere è difficile, scrivere bene lo è ancora di più. E diventare scrittori, cioè essere pubblicati da case editrici serie e acquisire un minimo di notorietà, è impresa quasi disperata (per non parlare del vivere di scrittura).Ma si può "diventare scrittori", o bisogna nascerci?Sicuramente il talento è necessario, però bisogna anche riuscire a farlo venire … Continua a leggere Diventare scrittori? Ecco i 5 ingredienti base

Quando l’e-book minaccia le librerie

Ho un amico libraio. Non libraio nel senso che lavora da commesso in una libreria di una grande catena: lui è un libraio di quelli di un tempo, uno che innanzitutto ama la letteratura e i libri. Uno che ti dà un consiglio da lettore, che conosce davvero i libri, che sa, per esempio, che … Continua a leggere Quando l’e-book minaccia le librerie

Story telling: un illuminante post sul blog di Riccardo Esposito (e vale anche per le aziende)

Come si ottiene un testo, anche aziendale, che catturi il lettore, e in definitiva il potenziale cliente? Sul blog di Riccardo Esposito, http://www.mysocialweb.it, Marianna Guglielmino ha stilato un personale catalogo studiando i polizieschi dei maestri come Hitchcock. E il risultato è sorprendente.Il post è reperibile qui: 10 punti per uno story telling di successo. Buona lettura.

Le presentazioni di libri più belle (o almeno quelle che mi piacciono)

Giorni fa ho assistito alla presentazione di un libro (non è importante ora quale sia il libro e chi l'abbia scritto). L'autore era seduto a fianco all'intervistatrice con espressione compresa nel ruolo, braccia conserte e gambe incrociate, mentre gli venivano rivolte soprattutto domande incentrate sul suo "processo creativo". L'autore rispondeva con estrema serietà, come se riportasse … Continua a leggere Le presentazioni di libri più belle (o almeno quelle che mi piacciono)

Le presentazioni di libri più belle (la letteratura è un’amica di bocca buona)

Giorni fa ho assistito alla presentazione di un libro (non è importante ora quale sia il libro e chi l'abbia scritto). L'autore era seduto a fianco all'intervistatrice con espressione compresa nel ruolo, braccia conserte e gambe incrociate, mentre gli venivano rivolte soprattutto domande incentrate sul suo "processo creativo". L'autore rispondeva con estrema serietà, come se … Continua a leggere Le presentazioni di libri più belle (la letteratura è un’amica di bocca buona)

Affreschi verbali

Voglio tornare su un argomento che mi sta particolarmente a cuore come lettore, ovvero: l'utilizzo delle parole in modo da trasmettere sensazioni visive, ancor prima che emozioni.In questo post avevo già parlato di come si possa dipingere con le parole, come dice il titolo, e mi ero fatto aiutare dal grande Sherwood Anderson e dal … Continua a leggere Affreschi verbali

Perché secondo me l’editoria a pagamento nuoce innanzitutto a chi scrive (e perché il self publishing forse no)

Scrivere bene è difficile. Sono convinto che occorra talento, e ancor di più lavoro. Edison (sì, è vero, non era uno scrittore, ma è stato pur sempre un genio e sapeva di che cosa parlava) sosteneva che il genio è 1% ispirazione e 99% traspirazione, ovvero sudore, fatica, impegno. Credo che valga anche per la … Continua a leggere Perché secondo me l’editoria a pagamento nuoce innanzitutto a chi scrive (e perché il self publishing forse no)

Perché secondo me l’editoria a pagamento nuoce innanzitutto a chi scrive (e perché il self publishing forse no)

Scrivere bene è difficile. Sono convinto che occorra talento, e ancor di più lavoro. Edison (sì, è vero, non era uno scrittore, ma è stato pur sempre un genio e sapeva di che cosa parlava) sosteneva che il genio è 1% ispirazione e 99% traspirazione, ovvero sudore, fatica, impegno. Credo che valga anche per la … Continua a leggere Perché secondo me l’editoria a pagamento nuoce innanzitutto a chi scrive (e perché il self publishing forse no)