Cronache dal fronte: sii vento, e non bandiera

Einstein disse, una volta: La vita è come andare in bicicletta: se vuoi stare in equilibrio devi muoverti In questi giorni, generalmente, è il movimento ciò che più mi manca; ciò che più manca a tutti, ritengo. Abbiamo abbondanza di tutte quelle cose che generalmente più desideriamo, perché ce n’è scarsità: ovvero, segnatamente, oziare buttando…

Il cambio delle stagioni

Da queste parti è arrivato il freddo. Non quello freddo, cattivo, che offende: non ancora. E’ arrivato quel freddo leggero, che ti dà piacere nel farti cercare un maglione morbido e leggero nell’armadio, o che invoglia a cercare tranquillità in casa, nel proprio angolo. Piano piano, il caldo intenso e sfacciato dell’estate diventerà un ricordo…

Tra santi e morti

Belle, le feste. Si stacca dalla routine quotidiana, e in questo periodo, poi, l’autunno invita a stare in casa, ma il tempo non è così inclemente da togliere l’illusione che lo stare in casa sia stata una libera scelta. Andare a trovare i propri cari morti in cimitero non è sempre una cosa facile. Se…

Giri della mente

Se fossi in un altro luogo, e in un altro momento, forse tutto questo per me sarebbe niente, sarebbe lontano, distante, insignificante comunque. Se io non fossi io, probabilmente tutto questo non ci sarebbe proprio. Ma io sono io, e sono qui, in questo luogo e in questo momento: e dunque, tutto questo c’è, vicino…

L’ultimo ricordo

L’ultimo ricordo che ne ho, o almeno il più nitido, il più significativo, quello che mi è rimasto più attaccato, è di una calda sera di fine agosto. Un gruppo di pattinatori aveva sistemato in un angolo della piazza una fila di coni per lavori stradali, ma più piccoli e colorati, intorno ai quali, in…

Lo Zen e la pratica del cucinare

Ogni tanto mi chiedo perché, a me come ad altri milioni di persone, piaccia cucinare, o meglio: che cosa piaccia del cucinare.

Curiosità notturne

Mi sono improvvisamente reso conto che non ho idea di come sia andata a finire con: la mucca pazza l’aviaria il ritorno di Albano e Romina. Spero di riuscire a dormire