Due o tre cose (belle) che penso sugli autori emergenti e sui “piccoli” editori

Credo che sia importante, almeno una volta ogni tanto, leggere opere di autori italiani di quelli che vengono generalmente definiti "emergenti", ovvero non ancora assurti all'Olimpo della letteratura che conta (spero che si colga la "sottile" ironia). In altre parole, autori che non hanno ancora una grande notorietà, ma che non per questo non meritano di … Continua a leggere Due o tre cose (belle) che penso sugli autori emergenti e sui “piccoli” editori

Annunci

Le presentazioni di libri più belle (o almeno quelle che mi piacciono)

Giorni fa ho assistito alla presentazione di un libro (non è importante ora quale sia il libro e chi l'abbia scritto). L'autore era seduto a fianco all'intervistatrice con espressione compresa nel ruolo, braccia conserte e gambe incrociate, mentre gli venivano rivolte soprattutto domande incentrate sul suo "processo creativo". L'autore rispondeva con estrema serietà, come se riportasse … Continua a leggere Le presentazioni di libri più belle (o almeno quelle che mi piacciono)