Chi ha perso davvero

Cari miei, chi ha perso davvero dopo queste elezioni, chi ha le prospettive peggiori non è il PD. È il congiuntivo.

Annunci

Gli ultimi fuochi

Approfitto di queste ore di attesa mentre si vota per dire la mia su queste elezioni. L'elemento che vedo come più significativo, oltre che più preoccupante, è la forte presenza di "partiti dell'odio ", ovvero che sono contro qualcuno; e lo sono non in modo ideologico, ma violento, fisico, aggressivo. Fascismo allo stato puro. E … Continua a leggere Gli ultimi fuochi

Post di fine o inizio d’anno

Eccoci qui, a celebrare ancora una volta una morte (quella dell'anno passato) che porta a una vita (quella del "giovanissimo" anno nuovo). Un altro anno, ancora qui. E non è poco. Credo che di questo nessuno si lamenti. Ciò che contraddistingue questo momento, più ancora dei cenoni, dei petardi e della musica folle fino all'alba, … Continua a leggere Post di fine o inizio d’anno

E-book, lettura, nostalgia… e via discorrendo

Non ho un e-book reader, lo ammetto. I motivi sono i soliti, quelli che adducono sempre tutti coloro che non hanno un e-reader: amo l'odore dei libri, il suo cambiare con le stagioni e l'età del libro, la fisicità del libro stesso. Mi piace prendere in mano i libri ogni tanto, accarezzarli, sfogliarli cercando i … Continua a leggere E-book, lettura, nostalgia… e via discorrendo

Non vendo i miei libri – Il rapporto tra libro e lettore

Non credo che riuscirei a disfarmi mai dei miei vecchi libri. Non mi sembra possibile, salvo naturalmente in caso di indigenza. Un libro, per quanto ne so, non è paragonabile a un indumento vecchio, una scarpa sfondata, un cappotto che ormai non ti sta più e occupa inutilmente posto prezioso nel tuo armadio.Con i libri … Continua a leggere Non vendo i miei libri – Il rapporto tra libro e lettore

Siamo tutti scrittori?

A forza di girare per siti e forum mi sono fatto un'idea personale dell'autore-tipo italiano, diciamo quello medio. Premetto, per non sembrare (troppo) spocchioso o supponente, che intendo generalizzare, perché è più semplice parlare del 95% di massa generica che del 5% (o forse meno...) che si distingue.Provo a riassumere gli elementi comuni di questi … Continua a leggere Siamo tutti scrittori?

Twitter e Facebook: anche i social network fanno "scrittura"?

Sul cosiddetto fenomeno dei social network si sono versati fiumi di inchiostro, digitale e non solo: motivazioni psico-sociologiche per spiegare il loro successo, analisi del fenomeno, testimonianze.Ho attivato con poca convinzione una pagina Facebook più o meno due anni fa, spinto da qualche amico appassionato del fenomeno; e il primo effetto (devo dire non voluto, … Continua a leggere Twitter e Facebook: anche i social network fanno "scrittura"?

Pagare per essere pubblicati: lo stesso fascino del sesso a pagamento

E' stato recentemente pubblicato un elenco di editori a pagamento o cosiddetti del "doppio binario", ovvero che pubblicano ciò che considerano decente e stampano a pagamento il resto. Quando si parla di editoria a pagamento, la discussione si fa inevitabilmente accesa. Da una parte coloro che "pagano" per essere pubblicati, e non trovandoci niente di umiliante … Continua a leggere Pagare per essere pubblicati: lo stesso fascino del sesso a pagamento

La mia idea (approssimativa) di letteratura

Joyce Carol OatesNon vorrei tediare nessuno con il solito dualismo tra arte e letteratura cosiddetta commerciale: è un po' come "l'eterna lotta tra sesso e castità", giusto per utilizzare Battiato. Ciò che vorrei dire è che, comunque, c'è letteratura e c'è Letteratura (e poi c'è libro stampato, opere più di sola tipografia che di editoria).Mi … Continua a leggere La mia idea (approssimativa) di letteratura