E-book, lettura, nostalgia… e via discorrendo

Non ho un e-book reader, lo ammetto. I motivi sono i soliti, quelli che adducono sempre tutti coloro che non hanno un e-reader: amo l'odore dei libri, il suo cambiare con le stagioni e l'età del libro, la fisicità del libro stesso. Mi piace prendere in mano i libri ogni tanto, accarezzarli, sfogliarli cercando i … Continua a leggere E-book, lettura, nostalgia… e via discorrendo

Non vendo i miei libri – Il rapporto tra libro e lettore

Non credo che riuscirei a disfarmi mai dei miei vecchi libri. Non mi sembra possibile, salvo naturalmente in caso di indigenza. Un libro, per quanto ne so, non è paragonabile a un indumento vecchio, una scarpa sfondata, un cappotto che ormai non ti sta più e occupa inutilmente posto prezioso nel tuo armadio.Con i libri … Continua a leggere Non vendo i miei libri – Il rapporto tra libro e lettore

Siamo tutti scrittori?

A forza di girare per siti e forum mi sono fatto un'idea personale dell'autore-tipo italiano, diciamo quello medio. Premetto, per non sembrare (troppo) spocchioso o supponente, che intendo generalizzare, perché è più semplice parlare del 95% di massa generica che del 5% (o forse meno...) che si distingue.Provo a riassumere gli elementi comuni di questi … Continua a leggere Siamo tutti scrittori?

Twitter e Facebook: anche i social network fanno "scrittura"?

Sul cosiddetto fenomeno dei social network si sono versati fiumi di inchiostro, digitale e non solo: motivazioni psico-sociologiche per spiegare il loro successo, analisi del fenomeno, testimonianze.Ho attivato con poca convinzione una pagina Facebook più o meno due anni fa, spinto da qualche amico appassionato del fenomeno; e il primo effetto (devo dire non voluto, … Continua a leggere Twitter e Facebook: anche i social network fanno "scrittura"?

Pagare per essere pubblicati: lo stesso fascino del sesso a pagamento

E' stato recentemente pubblicato un elenco di editori a pagamento o cosiddetti del "doppio binario", ovvero che pubblicano ciò che considerano decente e stampano a pagamento il resto. Quando si parla di editoria a pagamento, la discussione si fa inevitabilmente accesa. Da una parte coloro che "pagano" per essere pubblicati, e non trovandoci niente di umiliante … Continua a leggere Pagare per essere pubblicati: lo stesso fascino del sesso a pagamento

La mia idea (approssimativa) di letteratura

Joyce Carol OatesNon vorrei tediare nessuno con il solito dualismo tra arte e letteratura cosiddetta commerciale: è un po' come "l'eterna lotta tra sesso e castità", giusto per utilizzare Battiato. Ciò che vorrei dire è che, comunque, c'è letteratura e c'è Letteratura (e poi c'è libro stampato, opere più di sola tipografia che di editoria).Mi … Continua a leggere La mia idea (approssimativa) di letteratura

Wiki chiude? nessun problema: ci aspetta ben di peggio

Controllo, controllo, controllo. Non esiste altra parola, cercarne un'altra non serve: rende benissimo il concetto. Wikipedia italiana annuncia la chiusura, ma è solo il sovraesporre una situazione che finirà per rivelarsi più dolorosamente grave del previsto.Il nuovo DdL sulle intercettazioni, di questo si parla. Il poter chiedere la rimozione di qualunque commento, informazione, notizia, ancorchè … Continua a leggere Wiki chiude? nessun problema: ci aspetta ben di peggio