L’ultimo ricordo

L’ultimo ricordo che ne ho, o almeno il più nitido, il più significativo, quello che mi è rimasto più attaccato, è di una calda sera di fine agosto. Un gruppo di pattinatori aveva sistemato in un angolo della piazza una fila di coni per lavori stradali, ma più piccoli e colorati, intorno ai quali, in fila, incrociandosi, alternandosi, su quelle rotelle che giravano a mille, sfrecciavano veloci i ragazzi, quasi tutti con i capelli lunghi, vestiti in modo casuale ma ricercato e originale come si riesce solo a quell’età.

Noi eravamo lì, nell’aria ferma e dolce, quasi palpabile, a guardare, pigramente appoggiati alla balaustra che fronteggia la piazza, quello spettacolo improvvisato e magico; intorno, famiglie con bambini, turisti, un organetto che suonava testardo sempre la stessa, accattivante melodia, molti immancabili piccioni (quanto gusto hanno i piccioni in fatto di piazze!), signore anziane con i capelli azzurrini perfettamente raccolti, parigini in vacanza nella loro città, un piccolo mondo brulicante ma lento, ciarliero ma con garbo, felice di essere in quel momento in uno degli angoli più belli del mondo.

E dietro, a fare non da sfondo ma da attore principale e silenzioso, da nume tutelare che osserva dall’alto con bonaria severità come un padre affettuoso ma riservato, quella incredibile cattedrale, quel monumento tanto meraviglioso e inconfondibile da essere diventato simbolo di Parigi più della stessa Torre Eiffel, e aver riempito la letteratura, il cinema, i nostri cuori e i nostri ricordi della sua immagine.

Ora tutto questo non c’è più, non nella sua interezza, e almeno per ora, almeno per molto tempo. Però il ricordo, quel ricordo non si può cancellare. Non posso che augurarci che tutto, nel tempo che servirà, torni come prima; perché chiunque possa vivere di nuovo, o per la prima volta, quella magica, profumata sera di fine agosto, con i pattinatori, i piccioni, l’organetto, la folla, i nostri vent’anni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...