Parole di notte

Un’altra giornata si è chiusa, cedendo il passo alla calma della notte. Sono qui, seduto, un bicchiere di qualcosa a fianco a me, e lo tastiera davanti a me e sotto di me, sotto alle mie dita, davanti al mio viso spruzzato dalla sua luce bianca. Siedo, e sento che qualcosa vuole uscire da dentro di me, venire alla luce, farsi vedere; in un modo o nell’altro.

Mi chiedo perché io non stia provando attesa. Attesa per le azioni che ho fatto ultimamente, e per le quali aspetto una risposta, un qualcosa di ritorno. Decisioni, cambiamenti… eppure, non sfuggo alla regola universale: siamo sempre in bilico tra la paura del vuoto e la speranza del “dopo la cima”. Tra il timore di ciò che non conosciamo, e la trepidazione per una nuova, meravigliosa sorpresa. Invece, niente. Calma piatta.

Fuori, il silenzio è assoluto. Dentro, il frigo ronza piano, lasciandosi sfuggire ogni tanto un gemito stonato. E’ dovuto ai marchingegni per avere una elevata classe energetica, mi hanno detto. Ma alle nostre orecchie non pensa nessuno.

Il qualcosa che vuole uscire forse si è addormentato: non spinge più per vedere la luce, e per farsi ammirare in tutta la maestosità ipotetica. Sembra anzi che non sia mai esistito. mai, se non nella mia immaginazione.

Mi viene in mente un pensiero (forse era questo che voleva uscire). Quando rileggo dopo sufficiente tempo le cose che ho scritto,  ogni volta mi sorprendo perché non ricordavo di aver scritto quella tal cosa, di aver tirato fuori quello strano aggettivo; e, in qualche sporadica e forse fortuita occasione, la sorpresa è accompagnata da un brivido di compiacimento, da un accenno di soddisfazione, da un moto della testa che vorrebbe significare: in fondo, non è tutto da buttar via.

Ora non voglio rileggere niente, nemmeno queste righe che ho appena scritto. Saranno poco leggibili, ci saranno degli errori, spero non troppo gravi; ma questo è, e non ho intenzione di farci nulla. Non stanotte, per lo meno.

Ho finito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...