Romanzi di Natale

Sarò banale, anzi, lo sono sicuramente, ma voglio suggerire tre libri che parlano del Natale, o ambientati a Natale. Certo, lo fanno tutti, non è una novità, però pazienza, vorrà dire che sopporterete anche me.
Il primo che vi consiglio è un romanzo che a me è piaciuto moltissimo, ma che non ha incontrato presso tutti i lettori lo stesso favore. Mi riferisco a Le correzioni, di Jonathan Franzen. Uscito nel 2002, racconta la storia di una famiglia americana nel periodo natalizio vista di volta in volta attraverso gli occhi dei diversi componenti. I genitori, tradizionalisti (soprattutto la madre), che si ostinano a ricreare atmosfera e consuetudini di quando i figli erano bambini; i figli, invece, che cercano ognuno la propria strada, vivendo vite piene di problemi e sofferenze personali. Alla fine questo tanto atteso pranzo di Natale si farà o no? Leggetelo e lo saprete.
Cambiando completamente autore, genere ed epoca, consiglio di leggere Un Natale di Maigret, di Georges Simenon, uno dei miei autori preferiti. Una bambina di sette anni di nome Colette, immobilizzata a letto per una gamba ingessata, racconta alla donna che la accudisce che durante la notte è venuto a trovarla Babbo Natale, che, dopo averle regalato una bambola, ha fatto un buco nel pavimento per portare regali ad altri bambini e poi è sparito. Questo fatto viene riferito a Maigret, che prende sul serio la bambina e comincia a indagare, sino all’imprevedibile finale.
E infine, lasciatemi concludere con un classico. Si tratta di Canto di Natale, di Charles Dickens, che ha ispirato film e racconti vari. E’ la storia del vecchio Scrooge, ricco e avaro, che rifiuta qualsiasi parvenza di calore umano ma è tutto concentrato sull’accumulare soldi. La vigilia di Natale gli appare lo spirito del socio morto da anni, Marley, che gli dichiara che porta il peso dei soldi che ha accumulato in vita, e lo ammonisce a cambiare comportamenti. Poi, gli appaiono in sequenza gli spiriti del Natale passato, presente e futuro, che gli fanno vedere com’era da bambino, che cosa è diventata la sua vita e, se non cambierà, quale sarà il suo destino. Il vecchio si sveglia la mattina di Natale, e si redime. Una favola bellissima, che consente anche di dare uno sguardo alla Londra dell’800.
Buon Natale a tutti.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...