Perché per me il 2013 sarà un anno da salvare

Sarò sempre grato a questo 2013 che sta per passare il testimone per essere stato il tempo nel quale ho scoperto romanzi meravigliosi e autori straordinari. Chi legge sa che il mare delle opere è sterminato come un oceano, e che il tempo per leggere al confronto sembra sempre limitato come un bicchiere d’acqua. Allora, diventa inevitabile sperare di imbattersi in qualcosa che valga quel poco tempo che abbiamo. Nel dubbio, si percorre la strada degli autori che già conosciamo e amiamo.
Forse anche per questo, credo che siano poche le cose che danno più gioia di scoprire e amare un autore che non si conosceva, o un romanzo capace di lasciare dentro di noi un segno indelebile.
A me nel 2013 questa magìa è capitata, ed è capitata più volte. Quindi, nonostante sia stato un anno pesante e difficile sotto la maggior parte degli aspetti, nel mio cuore resterà per esempio come l’anno nel quale ho veramente scoperto Murakami.
Sì, certo, può sembrare una banalità: Murakami è uno dei più apprezzati e noti autori viventi, che scoperta sarà  mai? Eppure, sino al 2013 per me era praticamente uno sconosciuto.
E’ vero, nel 2012 avevo letto il suo Nel segno della pecora, però non mi aveva convinto sino in fondo, e il giudizio era rimasto sospeso. Ho dovuto aspettare il 2013 e Norwegian wood per innamorarmi della magia rarefatta e dell’esaltazione della solitudine delle sue opere. E’ superfluo dire non mi sono fermato a Norwegian wood: nel corso dell’anno ho divorato L’uccello che girava le viti del mondo, Kafka sulla spiaggia e L’arte di correre.
Ricorderò il 2013 per essermi imbattuto in Il sale, opera struggente e intensa di Jean-Baptiste Del Amo, giovane autore francese pubblicato in Italia da NeoEdizioni, casa editrice che si caratterizza per scelte editoriali non convenzionali e coraggiose. Grazie alla loro newsletter (sempre iscriversi alle newsletter delle case editrici!) ho appreso dell’esistenza di questo romanzo straordinario.
E poi? E poi una miriade di altre opere, tra le quali è opportuno citare Dettagli di un sorriso di Gianni Zanata, seguito anche più intenso e maturo di Non sto tanto male, e poi il primo approccio con il grande Julio R. Ribeyro e il suo I genietti della domenica. Ma come non nominare Il cantiere di Juan Carlos Onetti, oppure Richard Ford e l’ennesima conferma del suo talento in Rock Springs, o ancora Non conosco il tuo nome di Joshua Ferris? O non citare il fresco e  nostalgico L’anno di vento e sabbia di Roberto Delogu?
Potrei continuare per un pezzo. Per esempio dicendo che per me il 2013 sarà l’anno nel quale ho letto per la prima volta l’irriverente e quasi eversivo Revolutionary Road di Richard Yates, oppure nel quale ho ritrovato dopo tanti anni George Simenon, o ancora nel quale ho letto per la prima volta Cortàzar e in particolare Fine del gioco.
Insomma, un anno da lettore veramente fortunato, quasi raro.

P.S.: voglio rivelarvi un segreto. Ho un grande libraio che mi consiglia, come ogni buon libraio che non sia solo un commerciante di libri ma anche un appassionato lettore. Vive e lavora a Cagliari, e si chiama Patrizio Zurru. Ed è soprattutto a lui che va il mio grazie.

Annunci

3 thoughts on “Perché per me il 2013 sarà un anno da salvare

  1. Ogni scoperta è sempre personale e può essere solo così. Ciao, Carlo, sono passata a salutarti. Per me questo autore tanto famoso (Murakami) è ancora sconosciuto. Ne sento tanto parlare in modo positivo e la cosa sta cominciando a incuriosirmi: credo che leggerò qualcosa di suo. Forse sarà una scoperta positiva anche per me. Buon 2014!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...