Libri per la memoria

Per la Giornata della Memoria vorrei proporre tre libri che escono dal filone tragicamente tradizionale dei racconti di rastrellamenti e internamento nei campi di concentramento sino alla “soluzione finale”.


Il primo è L’uomo di Kiev, un classico straordinario di Bernard Malamud. Ambientato all’inizio del Novecento, racconta le persecuzioni e la detenzione in carcere duro di Yakov Bok, un ebreo accusato di omicidio rituale. Da leggere per capire come il pregiudizio e la crudeltà umana possano superare ogni limite immaginabile.
Da leggere anche Storia di una vita, di Aharon Appelferld, che narra le vicende di un bambino ebreo strappato improvvisamente, negli anni Trenta, dalla quiete della vita familiare per cominciare da solo una fuga che durerà anni, tra le nevi e i boschi dell’Ucraina, sino ad approdare in Israele. Lì conoscerà un nuovo tipo di diffidenza e discriminazione: il bambino, ormai diventato ragazzo, parla in tedesco, lingua della madre ma anche dei persecutori del popolo di Israele.
Infine, consiglio Novembre alle porte, di Chaim Potok. Ambientato in Unione Sovietica nel periodo dello stalinismo, racconta i tentativi di una coppia di intellettuali russi di religione ebrea, gli Slepak, di fuggire in Europa e da qui in Israele.
Annunci

3 thoughts on “Libri per la memoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...