Poesia strampalata per il nuovo anno

Per l'anno che nascenon chiedo le solitesplendide cosefelicitàfortunamagari anche soldi,anziquasi quasi non chiederei niente.Però se devose proprio mi scappaqualcosa vorrei che accadesse.Vorrei che Pinocchionon diventasse un bambinoperché il legno inquina menodell'uomoe mi piacerebbeche Gian Burrascaper una volta non venisse punitocome capita coi mafiosi,e che Uncino,finalmente,facesse la pace col coccodrilloperché la Naturaè meglio non farla arrabbiaree … Continua a leggere Poesia strampalata per il nuovo anno

Il "triste destino" dello scrittore

La vita dello scrittore è dura, si sa. Scrivere, scrivere, scrivere. E bisogna faticare un sacco e essere bravi un sacco per riuscire a diventarlo, ovvero riuscire a pubblicare libri riconosciuti come tali e pertanto acquistati, discussi, apprezzati.E una volta che finalmente hai fatto la tua gavetta, sei stato fortunatissimo, sei uno su quei mille … Continua a leggere Il "triste destino" dello scrittore

I mille volti del Natale – 2

Come dicevo nel post precedente, Natale non è solo sentirsi più buoni, riuscire a superare per un giorno vecchie ruggini, rancori, pregiudizi. Non a caso, diverse forme d'espressione artistica hanno trattato il Natale evidenziandone diversi aspetti; con questo post continuo a proporre qualche esempio.LetteraturaQualche post fa ho già parlato di un libro che è forse … Continua a leggere I mille volti del Natale – 2

I mille volti del Natale

Natale non è solo sentirsi più buoni, riuscire a superare per un giorno vecchie ruggini, rancori, pregiudizi. Già questo "per un giorno", destinando tutti gli altri 364 a essere quello che siamo, dovrebbe mettere sull'avviso.Non a caso, diverse forme d'espressione hanno trattato il Natale evidenziandone diversi aspetti; vorrei provare a proporvi qualche esempio.CinemaTra i mille … Continua a leggere I mille volti del Natale

Come scrivere un racconto: i consigli di scrittura di Flannery O’Connor – 3

Per la O'Connor, riuscire a scrivere bene era un qualcosa che non poteva prescindere dall'esperienza. Esperienza che si può fare solo i due modi, praticamente: scrivendo e osservando. Infilando le mani nella vita e nella scrittura, sino a impregnarsi di esse. "Credo che la risposta stia in quello che Maritain definisce “l’habitus dell’arte”. Che lo … Continua a leggere Come scrivere un racconto: i consigli di scrittura di Flannery O’Connor – 3

Un classico di Natale

Scorrendo gli scaffali della memoria sollecitato dall'atmosfera del Natale ormai alle porte, ho cominciato a passare mentalmente in rassegna i libri che parlano di Natale e che ho letto. Mi sono reso conto che di libri ambientati a Natale, o sul Natale, ne ho letto veramente pochi: l'unico che ricordi, ma credo che lo ricorderei … Continua a leggere Un classico di Natale

Ciò che non mi piace in un romanzo

Devo dire che sono esigente con ciò che scrivo, e lo sono anche con i romanzi che leggo. Nonostante lo spirito quando comincio a leggere un nuovo romanzo sia sempre positivo, ci sono delle cose che, se presenti, trovo imperdonabili. Ecco di seguito le principali.1. Errori. Non sopporto gli errori, non tanto i refusi (anzi, … Continua a leggere Ciò che non mi piace in un romanzo

E-book, lettura, nostalgia… e via discorrendo

Non ho un e-book reader, lo ammetto. I motivi sono i soliti, quelli che adducono sempre tutti coloro che non hanno un e-reader: amo l'odore dei libri, il suo cambiare con le stagioni e l'età del libro, la fisicità del libro stesso. Mi piace prendere in mano i libri ogni tanto, accarezzarli, sfogliarli cercando i … Continua a leggere E-book, lettura, nostalgia… e via discorrendo

Letture: Quattro soli a motore, di Nicola Pezzoli

Se mi si chiedesse un consiglio su "Quattro soli a motore" di Nicola Pezzoli, che ho terminato un paio di giorni fa, direi: leggetelo. Tuffatevi nella narrazione allo stesso modo in cui il giovane protagonista, Corradino, si tuffa nella vita, così come viene, senza pensarci troppo, usando "la bocca, gli occhi e il cuore".Perché la … Continua a leggere Letture: Quattro soli a motore, di Nicola Pezzoli