Letture: Vonnegut – Mattatoio n. 5 o La crociata dei bambini

Pubblicato nel 1969, Mattatoio n. 5 o la crociata dei bambini è l’opera più nota di Kurt Vonnegut, ed è classificabile come un romanzo di fantascienza, anche se di fatto trascende ogni schematizzazione.
Ha al centro della narrazione il bombardamento di Dresda, fatto storico avvenuto nel febbraio 1945 ad opera degli alleati, che portò a un numero di vittime ancora oggi non ben definito (25 mila secondo le stime più recenti, ma lo stesso Vonnegut nel romanzo parla di 115 mila), su una città sostanzialmente inerme e priva di obiettivi militari. Durante il bombardamento Vonnegut era a Dresda, prigioniero dei tedeschi, e assistette alla distruzione sistematica e completa di una delle città più belle di quell’epoca. Da questa esperienza prenderà origine Mattatoio n. 5.
Il protagonista del romanzo è Billy Pilgrim, un soldato americano prigioniero del nemico che assiste al bombardamento, si salva, torna in patria, sposa per amore la figlia poco avvenente e ancor meno corteggiata dell’uomo più ricco della città, diventa ricco a sua volta.
Banale? Affatto, perché lo svolgersi della storia è in realtà ben più complesso e articolato. Perché viene fuori che Billy Pilgrim ha il dono involontario di passare da un’epoca a un’altra, avanti e indietro nel tempo. Ora è a Dresda, prima del bombardamento, poi si addormenta e si risveglia negli anni sessanta, ormai affermato uomo d’affari, poi è esposto nello zoo di Tralfamadore, un pianeta i cui abitanti vivono in quattro dimensioni (la quarta è il tempo), e hanno “insegnato” a Billy a muoversi anche lui avanti e indietro nel tempo, poi è nuovamente a Dresda nel 1945, e così via, e il racconto è portato avanti come una serie di storie parallele, vissute quasi da protagonisti diversi.
Certo, detta così può sembrare una storia strampalata; ma non lo è affatto. Perché saltando su e giù per i decenni, avanti e indietro, in modo originale e ironico Vonnegut racconta un pezzo importante di storia dell’America e della sua cultura, dei suoi valori, delle sue convinzioni. Ma soprattutto costruisce in modo estremamente efficace un’opera antimilitarista, ironica, geniale.

Kurt Vonnegut è nato a Indianapolis nel 1922. Di origini tedesche, partecipò alla Seconda guerra mondiale nell’Esercito degli Stati Uniti. Tra le sue opere ricordiamo tra l’altro Piano meccanico, Le sirene di Titano, Ghiaccio-nove, Madre notte.
La sua opera è caratterizzata da una prosa semplice e diretta, con spunti sentimentali e umoristici, tanto da essere stato spesso paragonato a Mark Twain.
Vonnegut è morto nel 2007 per le conseguenze di un incidente domestico.

Annunci

2 thoughts on “Letture: Vonnegut – Mattatoio n. 5 o La crociata dei bambini

  1. Anche per me è stata una folgorazione. Secondo me lo stile è il vero punto di forza di questo libro, perché opera da raccordo tra la storia del protagonista e la sua peculiare abilità di saltellare qua e là nel tempo. Non mi stupisce che ci abbia messo 20 anni a scrivere questo romanzo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...