I corsi di scrittura creativa servono davvero?

La figura cinematografica dello scrittore è quella ben nota a tutti: un personaggio eccentrico, che vive di notte e dorme per buona parte del giorno, conduce vita dissoluta e, ogni tanto, viene colto dall’ispirazione, anzi, dall’Ispirazione, e comincia a battere come un forsennato sui tasti tirando fuori capolavori che gli editori si contenderanno e che venderanno centinaia di migliaia di copie.
In realtà, lo scrittore non è questo: è innanzitutto un professionista della parola e del pensiero, che sa creare idee e trasferirle in modo da farle vibrare dentro l’anima del lettore.
Ecco che, allora, i corsi di scrittura creativa si propongono a chi voglia “diventare scrittore”, o comunque a chi intenda miglioare il proprio stile.
Di corsi di scrittura creativa ne esistono a bizzeffe anche in Italia. Nata negli Stati Uniti, ha alla base un principio semplice: si impara a scrivere scrivendo, misurandosi concretamente con l’elaborazione di un racconto. Questo richiede la presenza di un insegnante con comprovate competenze nella pratica della scrittura; per questo motivo i corsi di scrittura creativa hanno visto tra i docenti figure di spicco della letteratura mondiale come John Cheever, Michael Cunningham, Philip Roth, Raymond Carver.
Naturalmente c’è chi crede poco in questi corsi, e preferisce cercare di avvicinarsi più al modello del “genio dannato” che a quello dell’artigiano della parola, negando l’utilità di questi corsi. Effettivamente anche sulla Rete il dibattito è da tempo acceso.
Sicuramente se il talento non ce l’hai, non esiste corso che te lo possa dare. Ma se ce l’hai, o se almeno ne hai un po’, un corso può aiutarti a domarlo, tirarlo fuori, piegarlo alle emozioni, trasformarlo in un linguaggio efficace e affascinante. Non è questione (solo) di imparare la grammatica e la sintassi: è apprendere come mischiare i colori delle parole, le emozioni, come costruire i periodi in modo da trasmettere ciò che si ha nel cuore e nel cervello.
E infine, sicuramente i corsi di scrittura creativa hanno una caratteristica positiva importante: per frequentarli richiedono umiltà. E questa è una qualità fondamentale per chi voglia davvero diventare uno scrittore. Non c’è niente di più danoso di un Ego gonfiato, che acceca e impedisce davvero di migliorare.

Annunci

One thought on “I corsi di scrittura creativa servono davvero?

  1. Sono arrivata qui da Penna Blu, per caso e per fortuna… Davvero un bel blog!!!
    Per quanto riguarda i corsi di scrittura, non ho ancora avuto il piacere di parteciparvi, ma è una cosa che spero di fare prima o poi. Mi piace molto confrontarmi con altri scrittori e continuare a imparare. E poi, come diceva Socrate, “so di non sapere”… solo chi sa di non sapere, è alla ricerca della verità e del miglioramento!!! Il problema dei corsi è che spesso sono solo nelle grandi città, richiedono molto tempo e sono anche molto costosi…
    Tornerò presto a far visita a questo blog!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...