Letture: W. Saroyan – La commedia umana

Bene, chiariamolo subito: la commedia umana, per Saroyan, non è l’insieme di vicissitudini comiche degli esseri umani, tutt’altro: è Commedia nel senso che le dava Dante. E ciò che più colpisce è che i personaggi di questa Comoedia sono persone piccole, assolutamente comuni, non famose o importanti, ma tutte con la stessa caratteristica: riescono a vivere la loro semplice vita dandole un tocco personale che le rende grandi o almeno uniche, in qualche modo.
E allora, ecco il giovane Homer che fa il fattorino e, a soli quattordici anni, è un po’ il capofamiglia, ma non serioso, non compreso nel suo ruolo, bensì un capofamiglia dal tratto leggero, forse anche disincantato.

E c’è il piccolo fratello di Homer, Ulysses, che a soli quattro anni va in giro a “scoprire le persone”, ed è così fresco, tranquillo, equilibrato che Homer dice di lui: da grande vorrei essere come è lui da piccolo. E’ la persona più straordinaria che conosca.
E poi, tanti altri personaggi un po’ in secondo piano ma toccanti, vivi, speciali. E, su tutto, una spolverata di originalità nel carattere e nel dettaglio anche più piccolo che personalmente non ho mai incontrato prima.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...