Non è così

Camminare, mangiare, riposare. E poi camminare ancora, lavorare, tornare. mangiare, dormire. Successione di atti, momenti, pensieri. Per dove, per cosa, per chi?
Lo so, vi vedo, o meglio vi immagino, tutti lì, l’espressione interrogativa, la bocca appena piegata a minacciare un sorriso, vi immagino perfettamente, con tutte le vostre certezze, convinzioni, sicurezze, i vostri “si sa” e i vostri “si fa”, farciti di baldanza e di tranquilla certezza, la vostra assenza di dubbi, la cecità dei vostri occhi della mente, la compiutezza della vostra saggezza, la pesantezza del vostro incedere, ora, poi, sempre.
Vi prego, vi prego, VI PREGO! non abbiate questa fretta, questa troppo rapida sollecitudine che vi porta in un tempo breve come un lampo, uno scatto sulla retina, un battito d’ali di un colibrì impazzito a formare nella testa, nel vostro asfittico cuore, in quel monolitico semplice intransigente monodogmatico monocorde cervello l’idea che tutto sia conosciuto, scritto, segnato.
Cancellate questo pensiero, per un solo, semplice, elementare motivo: non è così. NON E’ COSI’.
Punto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...